Dr. Luca Dughera

 

Specialista in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva

Via Villa Glori, 8 - 10133 Torino (TO) | Tel: +39 011 614652

studiodughera@gmail.com | P.I. 09980590013

Privacy e Cookie Policy

Dugheralogo

© 2019 DR. LUCA DUGHERA -  ALL RIGHTS RESERVED

WEBIDOO-LOGOFOOTER

Rettoscopia e Colonscopia

Farmed by WEBIDOO

La colonscopia è un esame utile a diagnosticare le malattie del colon, del retto e dell'ano. Attraverso un tubo flessibile chiamato colonscopio, si possono riscontrare particolari del colon, illuminati dalla luce del colonscopio.

colonscopia-nuova

Si può verificare la presenza di malattie o disturbi al colon, come infiammazioni della mucosa, diverticoli (che sono delle tasche che si formano all’interno della parete del colon), tumori al retto e al colon spesso provocati da lesioni benigne chiamate polipi.

 

Grazie alla colonscopia è possibile rilevare la presenza di polipi e, contestualmente, eliminarli con un intervento semplice e rapido chiamato “polipectomia endoscopica”.

Le indicazioni che segnalano la necessità di sottoporsi a questo esame sono:

 

• Frequenti episodi dolorosi che interessano la zona della pancia

• Disturbi dell’alvo (stitichezza ostinata, diarrea, alternanza di stitichezza e diarrea)

• Sanguinamento dall’ano (rettorragia)

• Sensazione di incompleto svuotamento durante l’evacuazione

 

Ai familiari di pazienti affetti da questi disturbi è consigliabile sottoporsi a questo esame dopo i 40 anni, in quanto maggiormente a rischio di contrarre un tumore. La colonscopia non è un esame traumatico: infatti, le moderne tecnologie e le tecniche di sedazione cosciente consentono di eliminare qualsiasi dolore legato all'introduzione del tubo nell'intestino.

AdobeStock85484052

Indicazioni varie

Il colon dovrà essere libero da qualsiasi residuo fecale, per ottenere un esame preciso e approfondito, per cui il paziente dovrà seguire una dieta comprensiva di un trattamento, spesso per soluzione orale, mirante al lavaggio dell'intestino.

 

Prima di sottoporsi all'esame, bisogna avvertire il medico nel caso si siano riscontrati disturbi di natura allergica durante eventuali ulteriori esami endoscopici effettuati in precedenza.  

La colonscopia ha una durata di 20 minuti, in seguito alla quale il paziente potrebbe avvertire una sensazione di tensione o pienezza (causata dall'aria introdotta), sensazione che sparirà rapidamente.

 

Grazie all'endoscopia è possibile evitare interventi chirurgici, sale operatorie e degenze di qualsiasi tipo, in quando è possibile intervenire direttamente in ambulatorio per rimuovere piccoli polipi (polipectomia endoscopica, in seguito alla qale il polipo rimosso viene poi inviato in laboratorio per il successivo esame istologico). Inoltre, grazie a questo esame è possibile ridurre lo sviluppo dei tumori dell'apparato digerente.